Caro energia, aiuti per le aziende agricole e agroalimentari

«Il bando – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Luca Sammartino – è il frutto di un lavoro intenso di riprogrammazione dei fondi derivanti dal Piano di sviluppo e coesione che rischiavano di andare persi. Non solo abbiamo “salvato” quelle somme, ma le utilizzeremo per aiutare tante aziende colpite dall’impennata dei costi dovuti al conflitto nell’Est Europa».

Alle imprese attive nella produzione primaria l’aiuto finanziario verrà riconosciuto in misura fissa per ogni litro di carburante agricolo prelevato nel 2022. Dato che sarà acquisito tramite il sistema informativo “Uma Sicilia” (Piattaforma “Quadrifoglio”). Non si potrà superare il massimo di 20 mila euro per ciascuna impresa.

Per le imprese attive nella trasformazione e commercializzazione l’aiuto sarà sempre di tipo forfettario ma verrà calcolato sulla base della “differenza tra il costo dell’energia (elettrica e gas) nell’anno solare 2022 e il costo nell’anno solare 2021” fino ad un massimo di 100 mila euro per ciascuna impresa. Le domande vanno presentate all’Ispettorato provinciale dell’Agricoltura competente entro il prossimo 15 febbraio specificando all’oggetto “Aiuti per il caro energia” e utilizzando gli appositi form. Ce n’è uno per le imprese di produzione primaria e un altro per quelle operanti nella trasformazione nella commercializzazione. Queste ultime dovranno essere corredate da una perizia asseverata del commercialista/ragioniere o altro professionista abilitato.

Preferenze Privacy
Quando si visita il nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni attraverso il browser da servizi specifici, generalmente sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Si noti che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.